Lo sviluppo dei mercati internazionali passa per SICAM

29 Gennaio 2018

Con i suoi 583 espositori, di cui 28% da 35 paesi esteri, e le 7.765 aziende in visita, per il 31% dall’estero, la nona edizione di SICAM è stato un momento di grande promozione del business internazionale per la componentistica ed accessoristica: quella del 2017 è stata l’edizione record, con oltre 15mila mq. di esposizione, in crescita costante da cinque anni.

Gli indicatori del Salone riflettono l’andamento attuale dei mercati internazionali attuali nel settore del mobile, con l’Italia (primo espositore di SICAM) che si conferma leader europeo come esportatore di mobili nell’area extra UE con oltre 4,2 miliardi di euro di fatturato e una quota del 28% del totale del mercato di quest’area, davanti alla Germania (sempre secondo Paese espositore a SICAM) attestata a circa 3 miliardi di euro di export nell’area extra-UE. Il mercato di maggiore importazione al mondo dai Paesi europei risulta essere ancora la Cina, con una quota del 57%: la Cina è stato il primo Paese asiatico (un’area che ha rappresentato il 25% dei visitatori esteri) per numero di aziende ed operatori in visita a SICAM 2017.

L’analisi dei dati sui visitatori registrati a Pordenone lo scorso ottobre evidenzia il sempre alto livello di qualifica professionale che contraddistingue le presenze in fiera, con ben il 37% degli operatori appartenente al top management aziendale (titolari e direttori generali) ed il 9% all’area specifica della progettazione e ideazione del prodotto finito.